Werkeingaben >

Detour

Detour

Dove noi vediamo una deviazione che compromette l’integrità di un paesaggio o di una scena, Miki Tallone ne riconosce il potenziale: così è stato per Detour, un progetto realizzato nel 2018 sulla Via Crucis del Santuario della Madonna d’Ongero a Carona. All’altezza della terza cappella, una delle stazioni che costeggiano la salita ciottolata che porta al santuario, c’è un bivio, una strada sterrata che conduce nel bosco, di cui non si vede la fine. In questo punto l’artista ha posizionato una struttura metallica che ricalca il profilo della cappella: una sorta di arco che invita a oltrepassare una soglia immaginaria e a imboccare la deviazione (detour) che conduce nella macchia, sfuggendo al percorso liturgicamente definito e sempre uguale della processione.

Tratto dal testo di Rahel Hartmann Schweizer per il catalogo [ēx] Miki Tallone Museo d'arte di Mendrisio

2018–2019
CH-6914 Carona TI
Buchmann Galerie, Lugano e Galleria Daniele Agostini, Lugano
Buchmann Galerie, Lugano e Galleria Daniele Agostini, Lugano
Officina Ghidoni, Riazzino
Miki Tallone


Zum Vergrössern klicken
[ēx] Miki Tallone
a cura di Barbara Paltenghi Malacrida
Museo d'arte di Mendrisio, Mendrisio
ISBN 978-88-85186-73-6

Kunstwerk(e)

Detour (2018)
Tallone Miki
Skulptur
Ferro
Ferro saldato a mano
2,90 x 2,10 x 0,30
Arrivando a Carona si prosegue a piedi dal parcheggio del Lido in direzione del Santuario di Madonna d'Ongero attraversando un bosco di faggi con un sentiero pianeggiante
gut